Prodotti per
l'igiene personale
e per la casa

GRAZIE!


 New1

banner cibo donne

macrobiota


sprechi

Il 2 agosto 2016 il Senato ha approvato in via definitiva il disegno di legge sulla donazione e la distribuzione di prodotti alimentari a fini di solidarietà sociale, già approvato dalla Camera.

scarica il testo della legge...


cosmesi

prodotti corpo

detersivi


 

Sabato 27 ottobre 2018 ore 9.30 

SolidER terzo Festival degli Empori Solidali Emilia Romagna.

Per partecipare ISCRIVITI QUI...

Dopo Cervia nel 2016 e Bologna nel 2017, quest'anno ad ospitare l'evento è la città di Soliera c/o HABITAT - Via E. Berlinguer, 201

Incontri, testimonianze e condivisione di obiettivi sono solo alcuni aspetti che caratterizzeranno questa edizione.

La rete dei 18 Empori Solidali attivi in Emilia Romagna. Un aiuto concreto e diretto a persone in transitoria situazione di disagio economico.

programma solider2

Gli Empori Solidali in Emilia Romagna sono l'espressione della comunità che si prende cura di se stessa; sono progetti realizzati in collaborazione tra il mondo del volontariato, della pubblica amministrazione, fondazioni ed aziende.
Sono luoghi dove i volontari aiutano le famiglie del territorio in temporanea difficoltà economica a fare la spesa in modo gratuito. Chi si reca in un Emporio può scegliere liberamente tra i generi alimentari e di prima necessità messi a disposizione, usufruendo di un budget di punti mensili che permette loro
potere d'acquisto ed autonomia di spesa. Gli Empori non sono solo distribuzione di beni, ma luoghi dove i beneficiari possono trovare strumenti e servizi di accompagnamento alla persona.
Infatti si impegnano nell'empowerment dei beneficiari, attraverso opportunità formative, orientamento al lavoro e consulenze sul tema della gestione del bilancio familiare, consumo consapevole, promozione della cittadinanza attiva e tanto altro.

Mission

Per aiutare concretamente le persone nel bisogno primario del cibo, creando un centro funzionale di raccolta e distribuzione di beni di prima necessità, che si aggiunga a quanto già esistente sul territorio.
Per intercettare “gli invisibili”, persone che, a causa della perdita del lavoro, hanno visto svanire le loro certezze e si trovano oggi in una condizione grave di vulnerabilità, anche emotiva e psicologica.
Per supportare queste nuove povertà nel ripartire e nel non peggiorare le loro situazioni, mantenendoli attivi in reti relazionali sociali. Per unire e far rete tra le diverse realtà che sono operative nel contrasto delle povertà mediante un progetto di comunità.
Per attivare il territorio, le imprese ed i cittadini rendendoli promotori della raccolta di risorse materiali ed economiche affinché gli Empori possano essere sostenibili nel tempo e vicini alle persone beneficiarie.

Per saperne di più...