volontaria rosa

Dopo le esperienze delle settimane scorse di Anna, Tiziana e Marie, volontarie storiche del nostro social market, questa volta la parola è andata a Rosa, che anche se ci aiuta da meno tempo non per questo lo fa con meno entusiasmo!

Mi sono trasferita dalla Puglia all'Emilia Romagna nel 1998. Qualche tempo fa ho conosciuto il Pane e le Rose grazie ad una volontaria che lavora da tanti anni nel Social Market. Ho avuto un colloquio con Alberto Battini, e dopo questo ho iniziato la mia esperienza come volontaria.

Ho iniziato a dare il mio contributo per le aperture del sabato mattina, e un po’ alla volta ho avuto modo di conoscere tutta la fantastica realtà circonda il Pane e le Rose! Fantastica sia per le persone che vi gravitano attorno, ma anche per gli obiettivi che questa iniziativa si propone!

Una delle esperienze più belle è accaduta durante una festa interculturale, che abbiamo organizzato insieme a tutti gli utenti che vengono a fare la spesa al market. Queste persone, che provengono da molti Paesi diversi oltre all’Italia, hanno condiviso con noi i loro piatti, e ci hanno dato modo di assaggiare così un pizzico della loro tradizione.

È stato un vero scambio multiculturale!

Il lavoro di volontariato che faccio al Pane e le Rose mi ha arricchita molto, permettendomi di conoscere persone con le quali confrontarmi e condividere momenti gioiosi anche al di fuori del Social market.

Ad esempio, una delle altre volontarie ha voluto conoscere da vicino la mia professione e il mondo in cui lavoro, che è un ambito di cura e attenzione all’altro.

Credo che la solidarietà e la condivisione siano valori che aiutano chi ha bisogno e fanno bene al cuore, soprattutto in una società come la nostra, sempre più povera di valori veri.