riccardo nataleUn altro anno sta finendo, e con l’arrivo delle festività è tempo di bilanci al Social Market… Il 2021 ha rispettato appieno le attese rivelandosi un anno estremamente intenso ed impegnativo.

Come Il Pane e le Rose siamo sempre stati presenti per offrire sostegno e supporto alle oltre 80 famiglie che nel corso dell’anno hanno beneficiato dei nostri servizi.

Tutto ciò è stato possibile grazie al lavoro dei nostri instancabili volontari, che non si sono mai fermati, e all’incredibile supporto della comunità solierese, che non ha mai mancato di farci sentire il suo affetto.

Il Covid ha agito da catalizzatore facendo emergere in maniera prepotente molte delle contraddizioni della nostra società. Sempre più spesso oggi nemmeno il lavoro è in grado di offrire garanzie e stabilità economica, ed è proprio per questo che luoghi come “Il Pane e le Rose” devono costituire un orecchio teso ad ascoltare ed intercettare le “nuove” criticità che la pandemia ha acuito, dotandosi di strumenti sempre aggiornati per poterle affrontare.

Gli Empori Solidali, assieme a tutte quelle strutture, fisiche e non, impegnate nella lotta allo spreco alimentare, credo rappresentino un’avanguardia verso “nuovi-vecchi” stili di vita. Sono (siamo) testimoni e attori di un universo parallelo dove la possibilità di avere una seconda chance è la regola e non l’eccezione. Esattamente l’opposto del mondo consumistico affamato di novità, divorato da un narcisistico desiderio di perfezione che ha portato la nostra madre terra sull’orlo del baratro.

Allestendo l’albero di Natale quest’anno le volontarie del Pane e le Rose hanno deciso di addobbarlo con parole che rappresentassero il concetto di leggerezza... Nel fare a tutti i miei più sentiti auguri per queste festività mi unisco a loro, augurandovi di non prendersi troppo sul serio, godendo dei tanti piaceri che la vita ci offre piuttosto che cercando di accumularli.

Tanti di buone feste e di un sereno e leggero anno nuovo!

Riccardo Salami
Responsabile del Social Market "Il Pane e le Rose"