pane raffermo

Perché partiamo proprio dal pane?

Ogni giorno, secondo le stime più attendibili, rispetto a una produzione complessiva di 72mila quintali di pane, finiscono nella spazzatura dei punti vendita della grande distribuzione 13mila quintali di pane. Immondizia. Tutta la filiera, dal produttore allo stesso consumatore, ha qualche responsabilità, e tutti i punti vendita, dal dettaglio al supermercato, partecipano alla fiera dello spreco. Ma l’epicentro più sensibile del fenomeno è la rete della grande distribuzione, dove il pane sprecato tocca livelli fino al 50 per cento. Ovviamente, qui sono diverse anche le quantità dei rifornimenti. Un altro dato spaventoso riguarda i panini: se ne buttano, ogni giorno, una quantità per un valore di 120mila euro, 43 milioni di euro all’anno.

Anche se il problema principale è creato dalla grande distribuzione, anche lo spreco nelle nostre case è un fenomeno che deve essere arginato. Ogni settimana infatti gettiamo ben 20 GRAMMI (1 KG ALL’ANNO) di pane a testa! Meglio smettere no?

Per farlo al meglio Il Pane e le Rose inizia la sua rubrica con una serie di ricette speciali sul pane!

Un recupero… a lunga scadenza!

Emanuela Bacca ci dice: “Se vi avanza un po’ di pane ci sono tante ricette che potete fare, ma se volete fare una cosa veloce e recuperare questo prezioso alimento trasformandolo in qualcosa a lunga scadenza potete fare dei gustosi crostini o del pane profumato.

Per i crostini: affettare del pane raffermo, condire con salamoia e olio di oliva e cuocere le fette in forno a 170° finché saranno croccanti ma non scure. Ottime per accompagnare qualsiasi intingolo

Per il pane profumato: grattugiare il pane vecchio, fatto seccare in forno, e setacciarlo.  Aggiungere sale e pepe. Fare un trito di aglio, cipolla, salvia, rosmarino, basilico e altre erbe aromatiche disponibili.  Aggiungere al pane e condire con abbondante olio EVO. Usare per qualsiasi gratinatura.
Conservato in frigo dura anche più di due mesi.
Per gratinare il pesce si può aggiungere vino bianco o succo di limone.

Un recupero… in 5 minuti! Il Pan Pizza.

PAN PIZZA

pan pizzaSe vi avanza un filoncino di pane, e avete un aperitivo o una merenda dell’ultimo minuto… Il Pan Pizza è servito!

Affettare il filoncino, tagliare come per fare un panino. Condire a piacere e a fantasia, come si condisce una pizza normale. Passare in forno a 180/200 ° finché non si scioglie il formaggio.

Buon appetito!

ribollitaÈ un piatto povero e della tradizione del no-spreco perché in passato di venerdì, le contadine ne cucinavano in grande quantità e la ribollivano in padella nei giorni successivi. Da qui il nome e il gusto a spreco zero!

Ingredienti:

1 filone di pane raffermo
500 gr di fagioli cannellini secchi
...

canederli 1Ingredienti:

250 gr di pane raffermo (tipo rosetta piena)
200 gr di latte
300 g di spinaci lessati, soffritti con un po’ di aglio e cipolla e frullati
50 g di formaggio in piccole scaglie o grattugiato
1 uovo
...

canderli speck 2Ingredienti:

gr 250 di pane (tipo rosetta piena)
gr 150 di speck o salumi vari
1 uovo
sale, pepe noce moscata q.b.
olio o burro q.b.
...

torta di paneOgni settimana gettiamo ben 20 GRAMMI (1 KG ALL’ANNO) di pane a testa!
Meglio smettere no?

Ingredienti:
gr. 250 pane raffermo
gr. 500 latte (anche di riso)
gr. 150 di zucchero
...